Ricerca
comunità e distretti

 

Servizio divino per defunti a Carrara

01.11.2020

Nel periodo di pausa dalle restrizioni nazionali per gli spostamenti, l’apostolo Camenzind, accompagnato dal vescovo De Lazzari, fanno visita alla comunità di Carrara per celebrare il servizio divino per defunti.
 
/api/media/510634/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=5e6203497c977af9db84accbe34e104d%3A1650366645%3A8600003&width=1500
/api/media/510635/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=2101e7b67f48326c6602ad782f891412%3A1650366646%3A1208163&width=1500
/api/media/510636/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=b2212b24fcbdc2328a8b44260c1fb70d%3A1650366646%3A8510354&width=1500
/api/media/510637/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=152165b88244c8650f0f227d0f8dd7d5%3A1650366646%3A1305235&width=1500
 

Saldi nella fede!

Domenica 1° novembre 2020, il nostro apostolo Rolf Camenzind ha tenuto nella comunità di Carrara il servizio divino per i defunti. Nel servire con la parola tratta da Ebrei 3,14: “Siamo diventati infatti partecipi di Cristo, a condizione di mantenere salda sino alla fine la fiducia che abbiamo avuta da principio”, l’apostolo ci ha ricordato come, nonostante le vicissitudini e le difficoltà siano presenti nella vita di tutti noi, la promessa che ha fatto il nostro Signore è sempre ed in maniera più significativa, valida. Ha ricordato l’esempio di Mosé, a cui non sono mai mancate fiducia e certezza nella fede. Ha ricordato il grande strumento della preghiera, il quale può confortarci nei momenti più difficili. E di come dobbiamo prendere sempre esempio dalla vita che il nostro signore ha passato sulla terra. Dobbiamo inoltre ricordarci dei doni che ci ha lasciato, ovvero, l’apostolato e di tutti quelli che ne derivano: la parola, la remissione dei peccati.

Anche il vescovo Iva De Lazzari, che accompagnava l’apostolo per la sua visita, ha potuto servire all'altare. Egli ci ha ricordato di perseverare nell’Opera di Cristo.

Cambiamenti e nuovi incarichi nel distretto Italia-Centro

Prima del termine del servizio divino, il vescovo De Lazzari è stato sollevato dall’incarico di conducente distrettuale, compito ora affidato all’evangelista Bedini, già conducente di Carrara e Pieve Fosciana, al quale è stato conferito anche l'incarico di conducente di comunità di Firenze.

Inoltre è stato incaricato quale conducente della comunità di Pieve Fosciana il sacerdote Paolo Campigli, liberando da tale incarico l’evangelista Bedini.